CAGNONI IPOCRITI f.c.

SEMPRE E SOLO CANI FOREVER!
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Gio Feb 28 2008, 12:49

Qui si parla di cose serie, problemi e contraddizoni di ogni genere che spaziano dalla Politica al Sociale, interessandosi di problemi che ci riguardano direttamente ed in "Branco".
Documentarsi e documentare oltre allae inflazionate immagini ed articoli che appaiono in Tv e sui quotidiani e' un dovere per tutti.
Spero sia cosa gradita anche ai Cagnoni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: ELEZIONI: ETERNA GABOLA   Gio Feb 28 2008, 13:01

INIZIO IO NATURALMENTE...
CHI CREDE NELLE ELEZIONI ?
NELLA DEMOCRAZIA?
NELLA PARITA DI DIRITTI E DI DOVERI
IDEALMENTE TUTTI, MA QUANDO CI SI SCONTRA CON L'EGOISMO UMANO DIVENTA INATTUABILE OGNI IDEOLOGIA ED OGNI RELIGIONE PERDE VALORE. ALLA FACCIA DEI PRIMI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE:
Art. 1.

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Art. 2.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

UNA MIA CARA AMICA MI HA INVIATO QUESTO DOCUMENTO DAVVERO INTERESSANTE...
INFORMATEVI CAGNONI:
ECCO A SEGUITO IL DOCUMENTO

Per il calcolo del FINANZIAMENTO PUBBLICO e del PREMIO DI MAGGIORANZA vengono conteggiate anche le schede bianche e nulle , che vengono attribuite ( spalmate ) proporzionalmente ai voti validi ricevuti.
Quindi se (UN ESEMPIO PER CHI NON È FORTE IN MATEMATICA):
- A prende il 40%
- B prende il 35%
- C il 15%
- 10% nulle o bianche
Per effetto della "ripartizione" delle nulle / bianche
A SI "CUCCA" UN ULTERIORE (40/(40+35+15)X10=4,444%
B SI "CUCCA" UN ULTERIORE (35/(40+35+15)X10=3,888%
C SI "CUCCA" UN ULTERIORE (15/(40+35+15)X10=1,666%
È lo stesso meccanismo perverso dell'8 per mille alla chiesa cattolica!!
mi sono spiegato ora?
Le nulle e le bianche ALLA FINE FACILITANO CHI PRENDE PIù VOTI!
DOBBIAMO ANCORA TORNARE SULL'ARGOMENTO O CHIUDIAMO QUI?
SEGUITE ANCORA IL MIO RAGIONAMENTO.
Io non biasimo nessuno, se decide di votare nullo o bianca (la bianca è sempre "scrivibile a posteriori, sarebbe meglio EVITARLA!)
Se non si vuole favorire i partiti + forti, ma non si vuole votare:
- o ASTENSIONE (IL VOTO non và nell'URNA! Quindi NON viene ripartito!)
- o metodo del rifiuto scheda (che ha il vantaggio ulteriore che si verbalizza la protesta e si intasano i seggi, con azione di sabotaggio legale!!)
(guardate il mio post:
Fabio Castellucci 20.02.08 18:32
METODO LEGALE PER SABOTARE LE ELEZIONI!
INTASIAMOGLI I SEGGI CON UN METODO INFALLIBILE!
LO RIPOSTO NEI COMMENTI!!
Spero di aver fatto chiarezza: ma mi fate faticare troppo!
SFORZATEVI ANCHE UN PO' VOI...



AVVOCATO SUGGERISCE METODO PER SABOTARE LEGALMENTE LE ELEZIONI
METODO LEGALE PER SABOTARE LE ELEZIONI!
INTASIAMOGLI I SEGGI CON UN METODO INFALLIBILE!!

A TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO VOTARE SCHEDA NULLA O BIANCA PERCHÈ NON RAPPRESENTATI DA NESSUNO:
Così facendo, in realtà, favorirete il partito con più voti.
INFATTI (vedere REGOLAMENTI PER IL CALCOLO DEL PREMIO DI MAGGIOTRANZA!!) anche i voti bianchi o nulli entrano nel calcolo del premio di maggioranza, favorendo, indirettamente chi ha preso più voti.
ABBIAMO UNA ARMA LEGALE E LETALE CONTRO QUESTA LEGGE INFAME!
ECCO I RIFERIMENTI LEGALI!
Tutto si basa su un'uso "PUNTIGLISO" della legge:
D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104
...OMISSIS
Il segretario dell’Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o
di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a
tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.
...OMISSIS)
Illustro nei dettagli il sistema DA USARE, che è già stato indicato da altri (sebiana emme 10.02.08 14:59 - Post: "IL SILENZIO ASSENSO DI SKY")
1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA
2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA), dicendo: "Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato!"
3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA
4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUGERE, IN CALCE AL VERBALE, UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio, ma ognuno decida il suo motivo: "Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta")(D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104, GIÀ citato)
COSì FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO,NULLO O BIANCO, SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIù VOTI!!
Se facciamo così in tanti INTASEREMO I SEGGI, E L'INFORMAZIONE SERVA DOVRÀ PARLARNE!
Questa è la PRIMA AZIONE LEGALE e DI PROTESTA CONTRO L'INFAME LEGGE ELETTORALE!!!

-RAGAZZI IO ERA UNA VITA CHE FACEVO SCHEDA NULLA E MI VEDO COSI VANIFICATO DEI MIEI SFORZI... CHE AMAREZZA!!!!!!!!!!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
youridj

avatar

Numero di messaggi : 714
Età : 37
Localizzazione : Cuccia
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Gio Feb 28 2008, 14:37

Concordo a pieno. Anke io avevo sentito parlare di "rifiuto della skeda" e mi sa ke sarà questo il mio voto.
Grande Fefo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.interfans.org
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Ven Apr 11 2008, 19:17

:thanks:Ragazzi in tutta sincerità le polemiche mi hanno fatto davvero divertire....
Sembra di vedere una bella punteta del Processo...
Arper fatti tingere i capelli alla Biscardi
Catti moderatore alla Franco Ordine
Pero er Mughini di noi altri
Fede lo vedo come un buon Xavier Jacobelli
Boksic ti va bene Maurizio Zamparini
Dalla lunga è davvero tutto molto spettacolare, e in questa notte insonne mi tenete compagnia, ma non voglio partecipare...lol! lol! lol!
MA VENIAMO AL DUNQUE SULLE POLITICHE...
Fanno ridere anche cose come queste ...
o forse ci fanno/faranno piangere tutti...
Manca davvero poco...
Mi sembra un suggerimento davvero imparziale ed è ora di iniziare a pensare di cambiare le cose a ritroso...
La gran parte delle notizie che ci sono date in pasto sono solo menzogne e a nostro modo dobbiamo (purtroppo) essere tutti ricercatori. Il mondo di oggi ed il nostro paese in particolare vanno avanti solo tramite menzogne e furti legalizzati... Noi ignoranti (devo dirlo) STUPIDAMENTE APPROVIAMO.


CHE UNO SIA O NO SUPPORTER di GRILLO TROVO CMQ IL SEGUENTE ARTICOLO COMPLETAMENTE VERITIERO
SE E' VERO COME E' VERO CHE LO STESSO NN PUO' ESPRIMERSI ATTRAVERSO I MASS MEDIA IN MANIERA LIBERA
PER SOSTENERE QUALUNQUE TIPO DI LISTA CIVICA
SOSTENIAMOLE NOI PER UNA VOLTA TIRANDO FUORI LE PALLE
QUESTO ALDILA' DELLA PERSONA DI GRILLO CHE PUO' ESSERE MESSO IN DISCUSSIONE.
DIAMO UN VOTO UTILE A SCHIERAMENTI CHE NN SI IMMEDESIMANO CON LE LISTE NAZIONALI
FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE ATTRAVERSO L'UNICO STRUMENTO CHE CI CONCEDE UN FILO DI LIBERTA'

Senza informazione libera non c’è democrazia. Se l’informazione diventa strumento di interessi privati e dei partiti non c’è democrazia. Se Testa d’Asfalto ha tre televisioni nazionali e quaranta giornali e periodici non c’è democrazia. Se i partiti hanno il controllo della RAI non c’è democrazia. Il non voto è un voto. Il non voto è il voto del cittadino informato. Se i referendum elettorali sono cancellati da Calderoli o rinviati da Napolitano non c’è democrazia. Se 350.000 firme per tre leggi popolari marciscono in una cantina del Senato non c’è democrazia. Se non possiamo votare il candidato non c’è democrazia. Se Cuffaro, Crisafulli, Carra, Dell’Utri, Cesa sono già eletti in Parlamento non c’è democrazia. Se 100 persone condannate in primo e secondo grado, in via definitiva o rinviate a giudizio ci rappresenteranno dopo le elezioni truffa non c’è democrazia. Se i giornali ricevono un miliardo di euro all’anno di finanziamento pubblico non c’è democrazia. Se Rete 4 non va sul satellite dopo la sentenza della Corte di Giustizia europea non c’è democrazia. Se la Bonino non ha urgenza di applicare la sentenza europea su Rete 4 e lo dichiara senza pudore non c’è democrazia. Se Bossi può minacciare lo Stato con i fucili non c’è democrazia. Se i partiti prendono i voti delle mafie non c’è democrazia. Se Bassolino è presidente della Regione Campania non c’è democrazia. Senza informazione libera non è possibile scegliere. I cittadini hanno il diritto di essere informati. Senza questo diritto non c’è democrazia. I cittadini hanno il diritto di essere rappresentati da galantuomini. Senza questo diritto non c’è democrazia. Beppe Grillo sarà il 10 aprile a Pescara per sostenere la lista civica per le elezioni comunali. Beppe Grillo non appoggia nessuna lista nazionale per le elezioni politiche. Il Tribunale di Roma ha proibito l’uso del nome e dell’immagine di Beppe Grillo alle liste “Grilli parlanti” e a “No Euro – Lista del Grillo”. Le televisioni e i giornali non possono promuovere queste liste. I conduttori televisivi non possono promuovere queste liste. Beppe Grillo vi invita a leggere la sentenza del tribunale. Sostenete le liste civiche comunali nelle vostre città e la lista regionale in Sicilia di Sonia Alfano. Il rinnovamento del Paese inizia dai Comuni e dalle Regioni. Il rinnovamento inizia dai giovani. La libertà inizia dall’informazione libera. V2 day – 25 aprile.


CAGNONI E' L'OCCASIONE DI DIMOSTRARE ALL'ARPER CHE SI PARLA DI TUTTO E CI SI ATTIVA...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pero

avatar

Numero di messaggi : 1716
Età : 36
Localizzazione : Forse volevi dire Loccalizzazione?
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Grande Rum!   Dom Apr 13 2008, 16:11

Grande Rum, sei sempre molto attivo sul politico sociale! Se lo fossero anke i nostri politici magari andrebbe un pò meglio... Ma l'Italia è proprio il paese delle banane (ke poi le banane non dovrebbero stare in Africa? confused Uhm... scratch Qui c'è qualcosa ke non mi quadra...Suspect )
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: Autostrade- Un altro tassello monopolio della mafia   Lun Ott 06 2008, 15:25

Visto che ogni tanto vi gira la rotella "Socio-politica" leggetevi anche questa va...
Magari sarebbe da dire ad alta voce... Tipo rompiamo le barriere dei caselli autostradali e diamole in testa a Cuffaro.pirat


In questi giorni sono disponibili le semestrali delle grandi aziende. Le aziende vanno divise in società di mercato e concessionarie di Stato. Il primo gruppo è sempre meno numeroso e vive spesso di stenti. I concessionari sono invece in aumento e godono di una salute di ferro. La concessione è un diritto di sfruttamento dei cittadini assegnato dallo Stato. Si possono dare in concessione acqua, spazzatura, energia elettrica, strade. Tutti i bisogni primari di cui le persone non possono fare a meno. Una volta il re assegnava ai suoi feudatari ducati e contee in cambio dei loro favori, oggi i partiti distribuiscono concessioni.
L’italiano, di fronte allo sfruttamento intensivo delle tariffe, può solo consumare meno. Ma, con sua sorpresa, si trova comunque a pagare di più. Infatti, la concessionaria ha un suo preciso obiettivo di profitto. Per raggiungerlo, se il mercato va giù, i prezzi vanno su. E’ un gioco di prestigio che permette ai nuovi monopolisti privati di fare ottimi bilanci e superlative semestrali. E di pagare contributi elettorali, alla luce del sole, ai partiti.
Atlantia, la holding della famiglia Benetton, controlla Autostrade per l’Italia. Le potete riconoscere tra mille nei vostri viaggi delle vacanze: sono quelle con lavori in corso. In un momento di recessione mondiale i Benetton rappresentano un esempio in controtendenza. Grandi industriali del taglieggiamento autorizzato autostradale. I ricavi di Atlantia sono aumentati del 7,8% in sei mesi, arrivando a 1,6 miliardi di euro. 1,3 miliardi di euro provengono dai pedaggi nonostante il traffico sia rimasto stabile. Le tariffe sono aumentate infatti del 3,6% dal primo gennaio 2008.
“Atlantia, la holding della famiglia Benetton”. Come suonano bene queste parole, danno lignaggio alle gabelle. Atlantia ha fatto un utile di 366 milioni di euro in un semestre (+7,4%).
Quando le autostrade erano gestite dallo Stato, gli utili rimanevano agli italiani. Oggi sono spartiti tra gli industriali alla Benetton e i partiti e il Paese diventa sempre più povero.
Si viaggiare, ma evitando le buche più dure…”
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: ITALIA CLOACA MASSIMA DI NOME E DI FATTO (1 PARTE)   Mar Ott 14 2008, 00:34

C'e' da essere orgogliosi di essere Italiani!!!
Campioni del Mondo perchè abbiamo Rubato!!
Nel G7 o nel G8 perchè abbiamo pagato!!
Vinto guerre perchè abbiamo bleffato!!
Speriamo che gli extracomunitari portino un po' di civiltà a Roma e affini...
Che palle di Paese...
Riporto una sacrosanta presa per il culo della BBC


Italian politics hold back economy




By Dominic Laurie
Europe business reporter, BBC News, Rome




Italys' best-known brands are losing none of their lustre

In Via dei Condotti, Rome's most fashionable shopping street, you would be hard pressed to tell that Italy was facing an economic crisis.
Shoppers chat excitedly, gawping at the handbags, shoes and jewellery in Gucci, Prada, and Bulgari.
The whole world looks to Italy for its design inspiration, so it is no wonder the displays are so confident.
Unfortunately, the same cannot be said for the economy.
Mounting pressure
Italy's debt levels are still greater than the total value of its economy.
Business confidence is down badly and growth is slowing rapidly.
So rapidly, in fact, that in March its main business lobby group, Confindustria, said that this year it could grind to a halt altogether.


There are too many restrictions, too many rules, they're so complicated


Franco Fraschetti,
businessman

A number of factors have combined to put on the brakes, not least the fact that Italy chooses not to have nuclear power and as a result, relies heavily on expensive imported oil and gas for its energy.
Exports are suffering because of the strong euro, a significant problem because Italy's economy is far more reliant on foreign sales than many others in Europe.
The US downturn means that one of its biggest customers is spending less.
Add to that the fact that Italian business has some of the highest corporate taxes in the world - and you can see why some say the country may even already be in recession.
'Too many rules'
Italy's current problems have affected the job market.
Once very rare, temporary contracts are becoming more common - and more unpopular.
Young people say they cannot plan for the future - buy a house, get married - when their employment status is so uncertain.

Franco Fraschetti is one of Italy's success stories

Italian businesses, though, says they need this greater flexibility to reduce costs.
Labour reform is one of the few government achievements cheered by Confindustria in the last few years.
About 100km (60 miles) outside of Rome is a typical Italian firm.
Run by Franco Fraschetti, his wife and his brother, the company was set up more than 100 years ago, by his grandfather.
It imports garden equipment, turns over $90m (£45m) a year, and is expanding.
The company is an Italian success story, but even here, there is gloom.
"It's difficult for a private company like this to survive in the difficult circumstances our country throws up every day," Franco says.
"There are too many restrictions, too many rules, they're so complicated, so sophisticated! I don't think the elections will make any difference, I am a bit of a pessimist."
Frog cooking
If a successful company is this downbeat, then it says a lot about the current mood in Italy.
But will a winner of the upcoming elections give the economy some hope?
There are 150 parties on the ballot, and Italy's electoral system will give many of them seats.


It's not really clear we have a political class that will be able to rise to the occasion


Franco Pavoncello,
John Cabot University

As a result, tiny parties become kingmakers, and the sort of economic and infrastructure reform pushed through by stable governments does not tend to happen.
Franco Pavoncello, the dean of John Cabot University in Rome, says that as long as Italians still feel relatively rich, they will not demand reform.
"It is as if you are cooking a frog," he explains.
"You don't throw it in boiling water, you throw it in lukewarm water so you can cook it at will - and the frog doesn't move because it's actually having a good time at first."
He says this means politicians are unlikely to be goaded into solving a problem by their electorate.
"It's not really clear we have a political class that will be able to rise to the occasion, and be able to promote the restructuring of society that this country needs to be able to face outside competition," Mr Pavoncello states.
Status quo
But is it in politicians' interest to push through reforms that are often difficult and unpopular?
After all, the Italian state is a big beast, with four layers of government and huge corporate tax receipts needed to bankroll it.

Italy is facing yet another general election, which may change little

However, businesses here say they are fed up with funding the Italian state's wastefulness.
Luca Paolazzi, the director of research for Confindustria, says Italian firms will find it easier to flourish away from home.
"I am quite optimistic for Italian companies, because they can go all over the world and they can go to invest where it is more convenient," he says.
"But I am quite pessimistic for the country. Italian companies can operate worldwide, whereas Italian people have to live here."
Italian firms say they will invest more at home if their government shrinks in size - and becomes less of a burden on both private and corporate taxpayers.
But, just as turkeys do not vote for Christmas, that is unlikely to be a choice that is on the ballot paper come election time.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pero

avatar

Numero di messaggi : 1716
Età : 36
Localizzazione : Forse volevi dire Loccalizzazione?
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Excuse me   Mar Ott 14 2008, 07:30

Scusa maaaaaaaaaaa... non è ke potresti tradurre? No, xkè io sono un italiano medio e l'unica lingua ke conosco è proprio l'italiano... x dire...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Mar Ott 14 2008, 11:21

Xe masa grande...
come se fa'...
te gha da usae el traductor!

Pero limitati a capire che in sostanza si dice "Che in Italia e' Carnevale tutto l'anno", i presunti politici "cosiddetta Lobby" e la plebe "cossidetti schiavi"
Io ancora una volta direi STOP APARTHEID!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rum ton tun

avatar

Numero di messaggi : 196
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioTitolo: IN ITALIA NON CI SONO SOLO I RIFIUTI DI NAPOLI....   Sab Nov 15 2008, 02:04

.... MA ANCHE DELLE PERSONE CHE SONO UN RIFIUTO TOSSICO E GIACCIONO A ROMA ... CHE DOVREBBE ESSERE UNA DELLE CITTA' PIU' BELLE AL MONDO.... LEGGETE CHI VOTATE... CHI VOTERETE ... O CHI AVETE VOTATO... E SE NON AVETE VOTATO LORO ANCHE DALL'ALTRA PARTE NON SI STA MEGLIO.... CHE TRISTEZZA SIGH!!!!
Una volta esisteva la Reclame Sempre più in ALTO ... Grappa BOCCHINO! Che ti Spronava a guardare verso nuovi traguardi...!!
Ora esiste: Sempre più in basso Grappa POMPINO!
Che ci stanno Facendo tutti quei dementi!

LEGGETE (DA BEPPE GRILLO):
Topo Gigio (Veltroni) è peggio di uno spyware, di un malware, è un virus insidiosissimo che trasforma tutto ciò che tocca in una Walterloo. Il suo incaricato del Pdmenoelle, in arte Franco "Ricardo" Levi, ha depositato alla Commissione Cultura della Camera, con alcuni ritocchi degni di Pol Pot, la famigerata Levi/Prodi. Detta anche legge "ammazzablogger". Legge che va ribattezzata in Levi/Veltroni grazie alle nuove clausole.
In sostanza:
- ogni blog è equiparato a un prodotto editoriale
- ogni blog che pubblica Adsense di Google o banner può risponderne all'Agenzia delle Entrate
- ogni blog deve iscriversi al ROC (Registro degli Operatori di Comunicazione)
- ogni blog è soggetto alle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa
- ogni blog che non si iscrive al ROC può essere denuciato per il reato di "stampa clandestina": due anni di carcere e sanzioni economiche.
Un blogger può scegliere se iscriversi al ROC, e correre il rischio di una delle innumerevoli denunce penali e civili sui reati a mezzo stampa che risalgono al Codice Rocco del fascismo o, in alternativa, entrare in clandestinità prima di entrare in galera. Insomma, può impiccarsi o spararsi un colpo in testa.
La Commissione che deve esaminare la proposta di legge inizierà a breve i lavori sulla "ammazzablogger". Un sostegno da parte della Rete la aiuterà a prendere le decisioni.

CIOE' SCANDALOSO...
PENSATE AL BLOG DEI CAGNONI IPOCRITI CHE DIVENTA CONTROLLATO DA QUESTI PIRLA... NON SANNO PIU COSA FARE... MA POI DICO CHE CAZZO C'ENTREREBBE DI QUESTI TEMPI?
MAH..... INCREDIBILE
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Catti

avatar

Numero di messaggi : 1669
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Sab Nov 15 2008, 16:51

E' assolutamente scandaloso
A proposito di quest oio mi sono iscritto su Facebook al gruppo Salva i Blog! Contro il DDL anti-Blog presente alla Camera (DdL C. 1269) http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=32540852267

C'è anche il sito web per saperne di più: http://ammazzablog.wordpress.com/

Impegnamoci tutti per impedire attentati alla libertà come questo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Pero

avatar

Numero di messaggi : 1716
Età : 36
Localizzazione : Forse volevi dire Loccalizzazione?
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Dom Lug 26 2009, 08:51

Questi 2 film li ho trovati molto interessanti (tenete presente ke sono stati prodotti e messi in circolazione liberamente senza scopo di lucro):

ZEITGEIST

ZEITGEIST ADDENDUM

Se volete guardarli ma non avete voglia di farlo dal pc posso fornirvi i divx da vedere sul lettore (x dire)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
youridj

avatar

Numero di messaggi : 714
Età : 37
Localizzazione : Cuccia
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Lun Lug 27 2009, 11:23

li ho visti. Spiegano in ke c.zzo di realtà viviamo. Forse era meglio non vederli, vivendo nell'ignoranza, facendo finta di nulla...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.interfans.org
Pero

avatar

Numero di messaggi : 1716
Età : 36
Localizzazione : Forse volevi dire Loccalizzazione?
Data d'iscrizione : 03.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   Lun Lug 27 2009, 11:55

youridj ha scritto:
li ho visti. Spiegano in ke c.zzo di realtà viviamo. Forse era meglio non vederli, vivendo nell'ignoranza, facendo finta di nulla...

Bè, non è detto ke sia tutto vero quello di cui parlano... Almeno spero...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'ANGOLO DEL CAGNONE POLITICO E SOCIALE
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
CAGNONI IPOCRITI f.c. :: cagnoni ipocriti :: Cazzeggio e tanto altro-
Andare verso: